OPEN PD San Vincenzo

Report

Disponibile per tutti il report della giornata di ascolto svoltasi nella sala della Cittadella delle associazioni. Alla domanda : quale sviluppo politico, economico, sociale e culturale per il futuro di questo territorio?

Vediamo come hanno risposto 120 cittadini intervenuti a parlare liberamente tramite la tecnologia “open space”.

Il file è in formato PDF.

Report open space

Il Direttivo del PD di San Vincenzo: dal percorso di partecipazione lancia il progetto politico del PD e le “primarie” saranno il mezzo per la candidatura a sindaco nel 2014.

ddddd

 

 

03/07/2013  San Vincenzo

 Comunicato Stampa

Lunedi sera il Direttivo del PD di San Vincenzo si è riunito per discutere la proposta della segreteria, illustrata dal segretario Fabio Pellegrini, di avviare un “percorso di ascolto e partecipazione”, rivolto a iscritti ed elettori,  dal quale elaborare il progetto del Partito per le prossime elezioni amministrative.

Durante il primo incontro pubblico, che si terrà entro luglio, il Partito presenterà ai cittadini un contributo politico e tematico sulla situazione locale e del territorio, per favorire l’avvio della discussione franca  tra i partecipanti. I presenti saranno liberi di ascoltare, approfondire, criticare o indicare anche altri argomenti o priorità, verso cui il PD si porrà infatti in una posizione di ascolto e raccolta delle idee.

Per facilitare la più ampia partecipazione saranno promosse varie iniziative a cominciare dalla presenza di gazebo informativi nella giornata di sabato 13 luglio al mercato e nella zona pedonale.

Appuntamenti successivi, sia durante la Festa Democratica di agosto che nel mese di settembre, serviranno per riportare ai partecipanti le linee e le proposte emerse e per approfondirle in ulteriori gruppi di lavoro sempre aperti.

Al termine di questo percorso entro il mese di settembre e sulla base dei contributi emersi in tutta questa fase il PD presenterà il documento progettuale , che conterrà linee-guida sulle quali coloro che vorranno presentarsi  alle “primarie” per il candidato sindaco elaboreranno il loro “programma”.

Questo percorso deciso dal PD sanvincenzino  si avvarrà anche del supporto operativo di Sociolab, società fiorentina esperta nelle tecniche dei percorsi partecipativi (come quello svolto nel 2010dal Comune di San Vincenzo per il Piano Strutturale). Il coordinamento politico del progetto è curato dalla segreteria e dal direttivo del PD locale.

Il Direttivo ha poi ampiamente condiviso, nessuno si è espresso in maniera contraria, la proposta della segreteria di sollecitare la Federazione della Val di Cornia-Elba  affinché costituisca quanto prima, così come previsto dallo Statuto del PD, la Commissione Territoriale per le “primarie” in vista delle amministrative del 2014. Un’ampia maggioranza degli intervenuti  ha sottolineato l’importanza di avviare tale processo in modo “aperto”, quale strumento democratico di partecipazione dei cittadini all’individuazione del candidato-sindaco del Pd, ribadendo non come optional ma una scelta precisa del Partito.

                                                                                                                                                         p. la Segreteria

Fabio Pellegrini

Convegno del 12 aprile 2013, organizzato dal PD di San Vincenzo, sulle istituzioni locali

La relazione introduttiva al convegno del 12 aprile:

Buonasera a tutti,
a nome del Partito Democratico di San Vincenzo vi do il benvenuto e vi ringrazio per aver accolto il nostro invito.
La vostra presenza, così numerosa, sta a dimostrare quanto l’argomento che affronteremo sia sentito, susciti discussioni e polemiche.
L’appuntamento di oggi è stato interpretato in tanti modi, e allora togliamo subito ogni dubbio: oggi non discutiamo del Comune unico della Val di Cornia.
Per un motivo molto semplice: questa proposta non esiste più. Fece molto discutere, per il modo con cui venne avanzata, quasi una “dichiarazione di annessione”, e per la sostanza mai esplicitata fino in fondo. Su quella vicenda una nostra autocritica è dovuta: come PD di San Vincenzo rimanemmo sorpresi e la discussione si sviluppò solo al nostro interno, senza riuscire a dare il segnale all’esterno della nostra non condivisione. Tanto che si formò un Comitato di cittadini, l’Osservatorio, che in pochi giorni raccolse 1000 firme. Quell’azione, il nostro “dissenso interno”, contribuirono, non unici, a far arenare l’ipotesi di “Comune unico”, ma per quasi due anni siamo rimasti invischiati in quella vicenda, con una coda di sospetti e protagonismi individuali.
Oggi vogliamo fare “punto e a capo”. Si riparte con un percorso ben diverso e i cui esiti non vogliamo predefiniti. Continua a leggere

BILANCIO COMUNALE 2013: è necessario che la discussione avvenga nel modo più chiaro e dibattuto possibile, nel Consiglio Comunale e con la cittadinanza. Chiediamo alla Giunta piena coesione e impegno.

La situazione dei bilanci dei Comuni è di grande difficoltà: il Patto di Stabilità, la “spending review” e la crisi economica costringono i Comuni a ridurre drasticamente i propri capitoli di spesa.
Al tempo stesso la pressione fiscale aumenta, prossimamente sarà la TARES ad aumentare rispetto alla TIA, per un importo nazionale complessivo di un miliardo destinato, però, alle casse dello Stato centrale. A San Vincenzo l’Amministrazione Comunale, in controtendenza, ha mantenuto l’IMU sulla prima casa al di sotto della quota base stabilità dal Governo.
Per il 2013 la realtà dei bilanci degli enti locali sarà, comunque, ancor più critica. Per questo è necessario che la discussione attorno alla formazione del Bilancio del Comune di San Vincenzo avvenga nel modo più chiaro e dibattuto possibile, nel Consiglio Comunale e con la cittadinanza. Andranno fatte scelte chiare su quali servizi garantire in ogni caso. Per il PD il settore sociale, quello della scuola e della cultura debbono rimanere al primo posto, anche pensando forme di collaborazione con altri Comuni che permettano di ridurne i costi, ma non la qualità e l’efficacia. Continua a leggere

San Vincenzo protagonista della riforma delle istituzioni locali

Stiamo vivendo una fase di grande crisi e di grandi cambiamenti al tempo stesso.
Siamo convinti che per rispondere ai timori e paure dei tanti che non hanno lavoro, che lo stanno perdendo, o per chi vede messa a rischio la propria impresa, occorra costruire progetti che guardino al futuro dei nostri territori con grande senso di responsabilità e di innovazione.
Continua a leggere

Intervista a Paolo Foti Resp. Settore Turismo Federazione PD Val di Cornia-Elba

Il turismo : una possibile risposta alla crisi

«Siamo al centro di una crisi economica che, con il passare del tempo ha assunto dimensioni sempre più preoccupanti, cosa ne pensa?»

Nel nostro territorio ci sono forti segnali recessivi, un aumento di disoccupati e di giovani in cerca di occupazione. Basti vedere localmente quanti si sono affacciati alla Borsa Mercato del Lavoro a San Vincenzo. Questo quadro fosco ci pone l’urgenza di ripensare il nostro modello di sviluppo locale. La crisi sta cambiando gli assetti economici e sociali, compromettendo l’efficacia delle politiche pubbliche locali in tema di sviluppo e coesione sociale.
Continua a leggere